Cuba: boom di turisti, 4 milioni di visitatori nel 2016

cuba-Varadero-costa-visto-dall-alto-volicuba_piccola
cuba-Varadero-costa-visto-dall-alto-volicuba_piccola

Cuba: boom di turisti, 4 milioni di visitatori nel 2016  (+13%)

Cuba nel 2016 sono arrivati 4 milioni di turisti. Durante l’anno appena concluso l’isola caraibica ha registrato un numero record di visitatori, in aumento del 13% rispetto al 2015.  In un comunicato il Ministero del Turismo Cubano ha sottolineato come tali dati abbiamo superato le previsioni in precedenza calcolate del 6% su base annua. Con introiti di 2,8 miliardi di dollari, il turismo per Cuba rappresenta la seconda fonte di entrate ( dopo la vendita di servizi professionali all’estero; in particolare, servizi sanitari) Si tratta di un aumento dovuto soprattutto all’incremento di turisti provenienti da Stati Uniti ed Europa. In particolare, sono stati 137 mila gli americani che hanno visitato l’isola nei primi sei mesi dell’anno, con un incremento di quasi l’80% rispetto allo stesso periodo del 2015. Numerosi anche tedeschi, francesi, italiani, britannici e spagnoli che hanno visitato Cuba nel corso del 2016. Ma nel primo semestre del 2016,( alla chiusura del primo semestre del 2016 si era registrato un’ aumento del 12% con rispetto al 2015 con ben 2,2 millioni di turisti) in seguito al disgelo dei rapporti tra L’ Avana e Washington, sono proprio gli americani a rappresentare il terzo mercato turistico per Cuba, dopo canadesi e cubani residenti all’estero. Nel 2015 il settore turistico aveva permesso all’economia cubana di ricavare circa 2 miliardi di dollari. Il Ministero del Turismo intende attrarre nel prossimo futuro un maggior numero di turisti migliorando i propri servizi e l’efficienza del settore. In particolare il governo cubano sta lavorando per migliorare le sue infrastrutture turistiche aumentando gli investimenti in progetti che coinvolgono la costruzione di altri hotel. Inoltre, gli operatori privati stanno guadagnando spazio nell’industria turistica a Cuba. Fonti del settore, hanno indicato che sono i piccoli imprenditori privati “cuentapropistas” (lavoratori in proprio) che gestiscono bed and breakfast, appartamenti in affitto, e ristoranti e che hanno firmato accordi con le istituzioni statali che servono come “appoggio strategico” per “complementare” l’offerta ufficiale. Grazie a queste intese con le microimprese private, i pacchetti turistici ufficiali e ormai molti Tour Operator offrono ormai 16 mila posti letto in diversi punti dell’isola fuori dagli alberghi istituzionali, (presso le “casas particulares” )e pubblicizzano gli oltre 1700 “paladares” (piccoli ristoranti) dove effettivamente è possibile assaporare la “Vera Cuba”..  Visita il sito www.volicuba.org


voli-09cuba